Polonia: messaggi antisemiti contro l’ambasciata di Israele

 
Emanuel Baroz
4 febbraio 2018
3 commenti

Polonia: messaggi antisemiti contro l’ambasciata di Israele

antisemitismo-polonia-israele-ambasciata-focus-on-israelVarsavia, 2 Febbraio 2018 – “Negli ultimi giorni non abbiamo potuto fare a meno di notare un’ondata di commenti antisemiti che hanno raggiunto l’ambasciata attraverso tutti i canali di comunicazione. Molti di questi hanno preso di mira la persona dell’ambasciatrice Anna Azari“.

Lo denuncia in un comunicato, ripreso dai media dello Stato ebraico, la stessa ambasciata israeliana a Varsavia sottolineando: “Fino ad adesso ci siamo trattenuti dal reagire, ma sentiamo che non dovremmo farlo più“.

L’impennata di commenti antisemiti è legata alla crisi scaturita dall’approvazione, da parte del Senato polacco, di un controverso disegno di legge che stabilisce pene fino a tre anni di carcere per chiunque si riferisca ai campi nazisti come campi “polacchi” o accusi la Polonia di complicità con i crimini della Germania nazista. Il Senato ha approvato il progetto di legge nelle prime ore di giovedì ed è in attesa del via libera finale del presidente polacco Andrzej Duda.

La legge ha causato una tempesta di critiche in Israele e una disputa diplomatica tra i due Paesi. Il ministro dei trasporti Yisrael Katz ha chiesto giovedì che il primo ministro Benjamin Netanyahu richiami l’ambasciatrice Azari.

Huffington Post

Articoli Correlati
4 Luglio 1946: il pogrom di Kielce (Polonia)

4 Luglio 1946: il pogrom di Kielce (Polonia)

Kielce: storia di un pogrom Alla vigilia della seconda guerra mondiale nella città di Kielce abitavano 25 mila ebrei, che rappresentavano un terzo dell’intera popolazione. La Shoah fece tabula rasa […]

Shoah: la Polonia vuole cambiare la storia

Shoah: la Polonia vuole cambiare la storia

Shoah, i lager polacchi cancellati per legge Varsavia: carcere a chi associa il Paese ai campi di sterminio L’ira di Israele: la Storia non si cambia, inutile negare la complicità. […]

Berlino (Germania): lettere con messaggi antisemiti, insulti e richiami alla Shoah all’ambasciata israeliana

Berlino (Germania): lettere con messaggi antisemiti, insulti e richiami alla Shoah all’ambasciata israeliana

Insulti e richiami all’Olocausto. Le lettere all’ambasciata israeliana a Berlino Almeno venti messaggi al giorno di minacce e messaggi antisemiti negli uffici di Berlino. Il video del diplomatico di Gerusalemme […]

Polonia: svastiche su monumento a ebrei vittime del nazismo

Polonia: svastiche su monumento a ebrei vittime del nazismo

Profanato un monumento agli ebrei in Polonia VARSAVIA — È stato devastato a Jedwabne, nell’Est della Polonia, il monumento ai 340 ebrei che nel luglio 1941 furono bruciati vivi in […]

Polonia: malgrado polemiche l’arcivescovo Glodz è il nuovo responsabile della Chiesa di Danzica

Polonia: malgrado polemiche l’arcivescovo Glodz è il nuovo responsabile della Chiesa di Danzica

POLONIA: MALGRADO POLEMICHE GLODZ A CAPO CHIESA DANZICA CONTRO NOMINA ARCIVESCOVO VICINO RADIO MARYJA ANCHE WALESA (ANSA) – 20:11 – VARSAVIA, 17 APR – A dispetto delle polemiche sulla sua […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Emanuel Baroz

    IL SENATO POLACCO HA DECISO: COLPO DI SPUGNA SUL COLLABORAZIONISMO CON I NAZISTI

    Con 57 voti favorevoli e 23 contrari, il Senato polacco ha approvato una norma penale che prevede fino a 3 anni di carcere per chiunque accusi la Polonia di complicità nell’Olocausto e/o definisca i campi di concentramento nazisti in Polonia come “polacchi”.

    Se, da un lato, la Polonia ha subito l’occupazione nazista e pagato un caro prezzo in termini di vite (per la maggior parte cittadini Ebrei), dall’altro il collaborazionismo con i nazisti fu uno dei più forti di quel periodo.

    Ci chiediamo quindi se questa norma non abbia in realtà un fine ben peggiore della semplice autotutela da accuse infamanti, quale, ad esempio, l’azzeramento completo di ogni ricerca e dibattito sulla (enorme) porzione della Shoah che ebbe luogo in Polonia.

    Abbiamo bisogno di accurate ricerca storica e assunzione di colpe o, come dice la vignetta qui sotto, di smacchiatori della Shoah?

    https://www.facebook.com/ProgettoDreyfus/photos/a.387495981326769.85422.386438174765883/1556850557724633/?type=3&theater

    5 Feb 2018, 22:25 Rispondi|Quota
  • #3Giuseppe

    Per ora si toglie il termine “polacchi”, poi toglieranno anche “campi di sterminio”; il termine “nazisti” invece di toglierlo lo rigirano agli ebrei.
    Sembra quasi fatto… vogliono togliere la “memoria”…

    6 Feb 2018, 14:58 Rispondi|Quota