Ultimi Articoli

Anp vs Hamas: continuano gli arresti da parte delle forze di Abbas

Di admin | 10 dicembre 2007
0 commenti
Anp vs Hamas: continuano gli arresti da parte delle forze di Abbas

Ma possibile che queste notizie non siano interessanti per i politicanti nostrani?! Ah, ma dimenticavo….questa volta non c’è Israele di mezzo, quindi… Anp vs Hamas: le forze di Abbas sequestrano altri 26 cittadini palestinesi. 10-12-2007 Cisgiordania – Infopal Le forze di sicurezza dell’Anp in Cisgiordania hanno sequestrato 26 sostenitori di Hamas, tra cui il direttore dell’ufficio di Aziz Dweik, portavoce del CLP. Cisgiordania Le forze di sicurezza palestinesi proseguono la campagna di arresti nelle fila dei sostenitori di Hamas in […]Continua a leggere

Scuole palestinesi: questi i libri di testo

Di admin | 9 dicembre 2007
2 commenti
Scuole palestinesi: questi i libri di testo

Questo è quello che viene insegnato nei licei della cosiddetta Autorità Palestinese, nei libri di testo stampati con soldi dell’EU, USA e ONU. (formato PDF) Se non riuscite a vedere il PDF, lo si trova su: http://www.pmw.org.il/BookReport_Eng.pdfContinua a leggere

“Perchè Israele va difeso”

Di admin | 9 dicembre 2007
0 commenti
“Perchè Israele va difeso”

“PERCHE’ ISRAELE VA DIFESO” di JOSÉ MARIA AZNAR Ci fu un tempo in cui la sinistra, in special modo quella europea, guardava con profonda ammirazione all’esistenza di Israele. Da un lato si trattava di recuperare una giustizia storica nei confronti del nazismo che non si era mai riusciti a ottenere con i propri mezzi; dall’altro, c’era il romanticismo dei kibbutz che in pieno deserto creavano frutteti secondo i principi di un autentico socialismo egualitario. Ma l’ammirazione ben presto svanì quando Israele fu costretto a difendersi dai propri vicini facendo ricorso alle armi, a volte preventivamente come in occasione della guerra dei sei giorni. La sinistra, inoltre, impegnata a portare dalla sua parte un proletariato che in Europa le voltava le spalle, vide nei palestinesi il protagonista rivoluzionario della sua storia. E via via che Israele veniva considerato un’appendice degli Stati Uniti, l’antiamericanismo viscerale finiva per confondersi con l’avversione per lo stato ebraico. Oggi, di fatto, essere antiamericano e antisemita è praticamente la stessa cosa. Sono in tanti a rallegrarsi ogni volta che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adotta una risoluzione di condanna nei confronti dello stato d’Israele, a prescindere dalla motivazione o dalla sua legittimità. Così come sono in tanti a preferire di non dare ascolto alle minacce che, un giorno sì e l’altro pure, lancia contro l’esistenza di Israele l’attuale presidente iraniano Mohamed Ahmadinejad. Costoro, tuttavia, non si rendono conto del gravissimo errore che stanno commettendo. La sinistra non può ammettere che nel mondo di oggi vi siano personaggi politici che parlano apertamente, sinceramente e senza mezzi termini dei propri obiettivi e delle proprie intenzioni.Continua a leggere

Nucleare: Iran, ambasciatore Israele critica politica Svizzera

Di admin | 9 dicembre 2007
0 commenti
Nucleare: Iran, ambasciatore Israele critica politica Svizzera

Nucleare: Iran, ambasciatore Israele critica politica Svizzera 09.12.07 11:48 | Estero | L’ambasciatore di Israele a Berna Ilan Elgar critica il ruolo della Confederazione nel dossier del nucleare iraniano. “Gli interventi della Svizzera sono inutili”, afferma in un’intervista pubblicata oggi dal domenicale “Sonntag”. Il diplomatico stigmatizza anche la nozione di neutralità attiva e l’attenzione prestata da Berna ad Hamas ed Hezbollah. Per Israele l’Iran è il paese più pericoloso in Medio Oriente. Contrariamente ad alcuni paesi europei – come la […]Continua a leggere

Medio Oriente: arriva la flotta russa a proteggere l’Iran ed Hezbollah

Di admin | 9 dicembre 2007
0 commenti
Medio Oriente: arriva la flotta russa a proteggere l’Iran ed Hezbollah

Medio Oriente: arriva la flotta russa a proteggere l’Iran ed Hezbollah Scritto da Miriam Bolaffi sabato 08 dicembre 2007 Sarà guidata dalla portaerei Kuznetsov e dall’incrociatore lanciamissili Moskva la prima flotta russa posizionata stabilmente nel Mediterraneo. Ad annunciarlo sono stati il presidente Vladimir Putin e il Ministro della Difesa russo Anatoly Serdyukov.In totale le navi da guerra saranno sei ma si pensa che ci saranno almeno altrettanti sottomarini russi e forse iraniani a completare lo schieramento navale che andrà a […]Continua a leggere