Ultimi Articoli

Goteborg (Svezia): bombe molotov contro sinagoga

Di Emanuel Baroz | 10 dicembre 2017
0 commenti
Goteborg (Svezia): bombe molotov contro sinagoga

Gerusalemme capitale, bombe molotov in Svezia contro la sinagoga di Goteborg Grave episodio di violenza antisemita in Svezia, il paese-guida del Nordeuropa. Un gruppo di sconosciuti mascherati ha preso d’assalto nella tarda serata di ieri una grande sinagoga nel centro di Göteborg, seconda città del paese. Testimoni oculari dicono che gli ignoti avrebbero lanciato bottiglie molotov contro l’edificio che ospita il luogo di preghiera. Fortunatamente l’assalto non ha causato né morti né feriti, ma un gruppo di una ventina di […]Continua a leggere

Alcune considerazione su Gerusalemme capitale dello Stato di Israele

Di Emanuel Baroz | 10 dicembre 2017
0 commenti
Alcune considerazione su Gerusalemme capitale dello Stato di Israele

20 motivi per cui ogni ambasciata straniera dovrebbe spostarsi a Gerusalemme di Mordechai Kedar* (traduzione dall’ebraico di Rochel Sylvetsky, versione italiana di Yehudit Weisz) In seguito alla dichiarazione di Trump, leader e portavoce arabi e musulmani hanno cercato di intimorire il mondo intero per impedire ad altre nazioni di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e di trasferirvi le loro ambasciate. È giunto il momento di dire ciò che il mondo aveva bisogno di sapere già molto tempo fa. 1. […]Continua a leggere

Israele è l’unica certezza per la libertà di tutti a Gerusalemme

Di Emanuel Baroz | 9 dicembre 2017
2 commenti
Israele è l’unica certezza per la libertà di tutti a Gerusalemme

Quest’anno a Gerusalemme E’ stata divisa solo per diciannove anni. Ecco che cosa accadde dal 1948 al ’67. Per la prima volta in un millennio di storia non rimase un solo ebreo nella Città vecchia. Fu un Isis ante litteram. di Giulio Meotti Nel gennaio 1964, quando Papa Paolo VI vi arrivò per la prima, storica visita di un pontefice nella moderna Gerusalemme, la città era divisa dal filo spinato. Si chiamava “kav ironi”, la linea arbitraria di divisione della […]Continua a leggere

Estrema destra in Italia: una crescita continua che desta preoccupazione

Di Emanuel Baroz | 2 dicembre 2017
4 commenti
Estrema destra in Italia: una crescita continua che desta preoccupazione

Italia nera: la mappa dei nuovi fascisti Cambiano nome e mutano pelle. Ma in fondo gli ideali sono sempre stessi: controllo, ordine e patria. Da esercitare a ogni costo, anche facendo irruzione durante una riunione benefica per leggere il loro ‘proclama’ contro gli immigrati, come accaduto qualche giorno a Como. E pazienza se con la testa rasata, il tricolore sul braccio e il giubotto nero d’ordinanza provano a scimmiottare i vecchi camerati, sembrando più la caricatura delle ex camicie nere […]Continua a leggere

Mondiale Under 23 di lotta, atleta iraniano denuncia: “Costretto a perdere per non dover affrontare un israeliano”

Di Emanuel Baroz | 29 novembre 2017
0 commenti
Mondiale Under 23 di lotta, atleta iraniano denuncia: “Costretto a perdere per non dover affrontare un israeliano”

Lotta, Mondiale U23. Un iraniano: “Costretto a perdere per non affrontare un israeliano” Confessione scioccante di un giovane lottatore iraniano, Ali Reza Karimimachiani, al quale i tecnici hanno chiesto di perdere contro un atleta russo per non affrontare un israeliano. Ma poi nei ripescaggi… “Perdi, altrimenti nel prossimo turno dovrai affrontare un israeliano, e non devi“. E’ stato questo, in pratica, ciò che i suoi tecnici hanno detto al lottatore iraniano Ali Reza Karimimachiani impegnato in Polonia nella gara della […]Continua a leggere

Pagina:12345678...203040...845