Ultimi Articoli

Los Angeles (USA): impedita a docenti israeliani partecipazione a conferenza annuale

Di Emanuel Baroz | 23 ottobre 2014
0 commenti
Los Angeles (USA): impedita a docenti israeliani partecipazione a conferenza annuale

Docenti israeliani banditi da una conferenza in America di Giulio Meotti Los Angeles (USA) – A rivelarlo è il Washington Post: “Evento a Los Angeles restringe la partecipazione degli israeliani“. Una organizzazione accademica americana impedirà a docenti dello stato ebraico di partecipare alla propria conferenza annuale. L’American Studies Association, vecchia gloria dei college statunitensi, si riunirà a Los Angeles ai primi di novembre e non lascerà partecipare gli israeliani. L’American Center for Law and Justice ha inviato all’hotel Westin Bonaventure, dove si svolgerà il convegno, una lettera di avvertimento per cui l’albergo potrebbe essere esposto a una azione civile se gli israeliani non potranno mettere piede nell’incontro. Una petizione pubblica che invita l’hotel a non ospitare l’organizzazione è stata avviata sul sito change.org. L’associazione di professori americani con oltre cinquemila iscritti ha votato e deciso di sostenere il boicottaggio di università e scuole superiori israeliane. Si tratta del più grande gruppo negli Stati Uniti a entrare nel crescente movimento che cerca di isolare Israele. Uno dei testimonial di questo boicottaggio è Angela Davis, icona militante dell’estrema sinistra ora illustre professoressa emerita di studi femministi presso l’Università di California. L’American Studies Association ha detto che il boicottaggio è limitato a “collaborazioni formali” con le istituzioni o studiosi israeliani che “espressamente servono come rappresentanti o ambasciatori” delle istituzioni israeliane o del governo. Un docente della Northwestern University School of Law, Eugene Kontorovich, membro dell’American Studies Association, ha spiegato che “anche un funzionario del governo — in realtà, anche il primo ministro Benjamin Netanyahu — potrebbe partecipare alla conferenza annuale del gruppo, a condizione che non rappresenti Israele”. Dunque sarebbe ammesso “Benjamin Netanyahu”, ma non “il primo ministro Benjamin Netanyahu”. Lo stesso vale per i docenti israeliani. Non deve comparire l’affiliazione universitaria.Continua a leggere

Attentato terrorista palestinese a Gerusalemme: morta una neonata e altri 8 feriti, tra cui uno grave. Ma per i mass media questa non è una notizia…

Di Emanuel Baroz | 22 ottobre 2014
5 commenti
Attentato terrorista palestinese a Gerusalemme: morta una neonata e altri 8 feriti, tra cui uno grave. Ma per i mass media questa non è una notizia…

Attentato terrorista palestinese a Gerusalemme: morta una neonata e altri 8 feriti, tra cui uno grave. Ma per i mass media questa non è una notizia… Gerusalemme, 22 Ottobre 2014 – Torna il terrore nella capitale d’Israele: questo pomeriggio un uomo  alla guida di un’auto ha investito di proposito un gruppo di pedoni a una fermata del tram a Gerusalemme, uccidendo una bambina di neanche 3 mesi e ferendo almeno altre otto persone, di cui tre gravemente. Lo ha riferito […]Continua a leggere

Nuova legge palestinese: lavori forzati ed ergastolo per chi vende la propria casa o la propria terra ad un ebreo!

Di Emanuel Baroz | 21 ottobre 2014
12 commenti
Nuova legge palestinese: lavori forzati ed  ergastolo per chi vende la propria casa o la propria terra ad un ebreo!

Abu Mazen decreta: lavori forzati ed ergastolo a chi vende la propria terra ad uno “Stato nemico” Ramallah, 20 Ottobre 2014 – Il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen) ha emesso un decreto  che modifica il codice penale palestinese in modo da aggiungere i lavori forzati, oltre al carcere a vita, ai palestinesi che vendono, affittano o fanno da mediatori nelle transazioni immobiliari con “cittadini di paesi ostili”. Lo riporta l’agenzia di stampa Wafa La decisione di Abu Mazen coincide […]Continua a leggere

Gaza: Hamas ricostruisce i tunnel del terrorismo

Di Emanuel Baroz | 20 ottobre 2014
1 commento
Gaza: Hamas ricostruisce i tunnel del terrorismo

Hamas: stiamo ricostruendo i tunnel distrutti da Israele Gaza, 19 Ottobre 2014 – Un alto esponente delle Brigate Ezzedin al-Qassam (il cosiddetto “braccio armato di Hamas”), ha annunciato che il movimento palestinese sta ricostruendo la rete di tunnel del terrorismo distrutta da Israele durante la controffensiva antiterrorismo denominata “Margine Protettivo”  di questa estate sulla Striscia di Gaza. Il responsabile della squadra degli scavi, Abu-Khaled, ha dichiarato al giornale di Gaza al-Resalah che i lavori per riparare i tunnel sono iniziati […]Continua a leggere

Londra apre alla Palestina pensando al voto islamico

Di Emanuel Baroz | 18 ottobre 2014
1 commento
Londra apre alla Palestina pensando al voto islamico

Londra apre alla Palestina pensando al voto islamico di Luigi Ippolito Non è giunto come una sorpresa il voto di lunedì scorso del Parlamento britannico a favore del riconoscimento dello Stato di Palestina. Un voto che non impegna il governo di David Cameron, ma che costituisce comunque un segnale politico. Non è una sorpresa per chi avesse assistito questa estate alle manifestazioni a Londra in solidarietà con la popolazione di Gaza. Hyde Park gremito all’inverosimile, le zone circostanti e le stazioni della metropolitana invase dalle bandiere palestinesi. Ma ciò che colpiva era la composizione «culturale» dei dimostranti: in piazza c’era sostanzialmente la comunità musulmana britannica. E non barbuti imam di periferia, bensì intere famigliole agghindate coi colori della Palestina. E proprio in quei giorni il sottosegretario agli Esteri, la baronessa Warsi, primo esponente musulmano nel governo, rassegnava le dimissioni in polemica con l’atteggiamento del gabinetto Cameron, ritenuto troppo schiacciato su Israele. Un segnale considerato allarmante dai giornali britannici. Che facevano notare come il premier Cameron, alienandosi le simpatie della comunità musulmana (iI 5% della popolazione), rischiasse di giocarsi la rielezione. Un’osservazione che deve essere stata tenuta in conto, visto che i deputati conservatori lunedì hanno ricevuto libertà di voto.Continua a leggere

Pagina:12345678...203040...671